0
  Login
Lavorare con il BIM

Lavorare con il BIM

   

LAVORARE con il BIM

“Il termine è però divenuto di uso comune solo dopo la prima concreta implementazione di BIM con l’idea di edificio virtuale di ArchiCAD della Graphisoft (1987).” (Wikipedia)

Negli ultimi 20 anni la tecnologia informatica applicata alla gestione di un progetto
architettonico, ha avuto uno sviluppo verticale sempre più veloce che tuttora continua a crescere.
Per restare al passo con questa continua crescita, lo studio tecnico deve dotarsi di strumenti che lo aiutino ad essere produttivo al massimo nel minor tempo possibile.

La soluzione a tutto questo risiede in 2 acronimi di cui molto si discute ma di cui poco si conosce: BIM e CLOUD.

BIM è acronimo di Building Information Modeling e di fatto non è nient’altro che l’applicazione dei concetti dei Data Base relazionali agli involucri architettonici.
Progettare in modalità “BIM oriented significa poter comunicare, senza perdita qualitativa, con colleghi e partner che usano altri software, il proprio progetto e tutti i dati in esso presenti. La possibilità di produrre dati interoperabili da parte dei progettisti, è garantita dalla compatibilità con il formato IFC.ix


CLOUD significa poter accedere a tutti i dati in remoto, con la possibilità oggi di relazionarli.

La possibilità per entrambe la tecnologie di relazionare i dati permette di fatto di abbattere i costi.

Cercando di analizzare queste richieste e confrontandoci assieme a realtà che da anni adottano la nostra soluzione ArchiCAD, abbiamo prodotto una serie di schede comparative che dimostrano l’efficacia di ArchiCAD, rispetto ad un CAD tradizionale relativamente a problematiche progettuali con le quali giornalmente vi scontrate.


Dimostrazione delle Aree per 
Lottizzazione e successiva variante 
Creazione del progetto di un edificio 
a pianta rettangolare, composto 
da due piani e varie finestrature
Variante successiva relativa alla 
dimensione e disposizione di alcune finestre

Analisi fasi Autocad    
1.Con strumento Linea o Polilinea tracciamento
del contorno sull’immagine importata 
2.Con comando Area, acquisizione del valore 
numerico del poligono 
3.Divisione arbitraria dell’area in figure 
geometriche 
4.Con strumento Testo, numerazione manuale 
dei singoli poligoni. Che composti assieme, 
danno l’area totale 
5.Determinazione con il comando Area, della 
superficie di ogni poligono scomposto 
6.Creazione manuale di una tabella o testo non 
collegato ai dati ottenuti, con tutte le aree fin 
ora calcolate 
7.Somma manuale delle aree 
8.Impaginazione della tavola o creazione 
del layout nello spazio modello e scalatura del 
disegno (in riferimento ai millimetri in stampa) 
In relazione alla geometria del lotto: 
oltre 3 ore
Variante Autocad  

Nella variante si dovranno ripetere tutte
le fasi indicate sopra per ogni parte modificata
Oltre 3 ore

Analisi fasi ArchiCAD 17    

1. Con strumento Linea o Polilinea
tracciamento del contorno sull’immagine importata
2. Creazione della Zona all’interno
del perimetro
3. Grazie al comando Lista Area, 
viene generata la lista delle aree 
(possibilità di definire anche il font)
4. Impaginazione della tavola nel 
book di layout

 

NB: LA LISTA AREA (DIMOSTRAZIONE)

IN ARCHICAD PUO’ ESSERE
ESPORTATA IN FORMATO 
TESTUALE RTF O PDF, PRONTA
PER ESSERE ALLEGATA ALLA
RELAZIONE ACCOMPAGNATORIA 

Indipendente dalla geometria del lotto: 
inferiore ai 30 minuti 
Variante ArchiCAD 17 
Nella variante basterà solo variare i confini
del lotto ed aggiornare la Lista Aree 
20 minuti

 


Progettazione di un edificio e 
successiva Variante 
Creazione del progetto di un edificio 
a pianta rettangolare, composto 
da due piani e varie finestrature
Variante successiva relativa alla 
dimensione e disposizione di alcune finestre

Analisi fasi Autocad    
1.Creazione del perimetro della muratura 
esterna come Rettangolo e poi 
determinare lo spessore con Offset 
2.Posizionamento dei blocchi porta e 
finestra nei punti desiderati, stirando gli 
elementi in pianta secondo le misure 
3.Tagliare tutte le linee che intersecano 
le finestre per pulire i disegni 
4.Copiare la pianta completa, spostare 
o cancellare porte e finestre per 
realizzare il secondo piano 
5.Creazione dei 4 prospetti, creando delle 
linee di riferimento dalle piante. 
6.Utilizzare i blocchi finestra anche per 
i prospetti, utilizzando il comando 
stira per adattarle 
7.Creazione della sezione, creando 
delle linee guida dalle piante 
8.Inserire i retini in tutti gli elaborati 
9.Inserire nei prospetti le relative ombre 
10.Impaginazione della tavola di Layout e 
stampa
2 ore 
Variante Autocad       
Nella variante si dovranno riprendere 
tutti gli elaborati in cui sono presenti le 
finestre ed effettuare le modifiche
uno per uno
Oltre 3 ore

Analisi fasi ArchiCAD 17    
1.Creazione di tutto il pacchetto murature 
e solai definendone le caratteristiche 
2.Posizionamento delle finestre e delle 
porte definendone le caratteristiche 
3.Definizione e posizionamento della 
cornice superiore 
4.Definizione delle viste e delle sezioni, 
compresa una vista tridimensionale 
(il programma preparerà autonomamente 
le viste prescelte pronte per
essere intavolate) 
5.Impaginazione della tavola nel
book di layout

 

30 minuti

Variante ArchiCAD 17 

Nella variante basterà solo variare
posizione e dimensione delle piante

20 minuti

 


Creazione di una tavola comparativa
e successiva Variante 

Creazione di un progetto di ristrutturazione,
comprensivo di tavole comparative
Variante successiva relativa all’aggiunta 

di un muro interno e di una porta. 

Analisi fasi Autocad    

1. Apertura del file contenente le piante, i prospetti
e le sezioni dello stato di fatto esistente
2. Apertura del file contenente le piante, i prospetti 

e le sezioni dello stato di progetto

3. Copiare ed incollare tutti gli elaborati
grafici in un unico file
4. Creare manualmente le tavole 

comparative, inserendo il retino giallo
per le demolizioni ed il retino rosso
per le nuove costruzioni, applicare
nello stato di fatto tutte le variazioni
necessarie leggibili dallo stato di progetto
5. Impaginazione della tavola di 

Layout e stampa 

 

1:30 ore
Variante Autocad 

Nella variante si dovranno riprendere tutti
gli elaborati in cui sono presenti le finestre
ed effettuare le modifiche uno per uno

Oltre 1 ora

Analisi fasi ArchiCAD 17    

1. Apertura del file contenente il progetto
BIM dello stato di fatto
2. Indicare con il Filtro Ristrutturazione 

(palette dedicata) tutti gli elementi che
dovranno essere demoliti
3. Progettare la nuova disposizione delle 

murature, siano esse interne o esterne,
le aperture e quant’altro necessario al
progetto, indicandole come oggetti di
nuova costruzione
4. Tutte le viste come, stato di fatto, di 

progetto e comparative, verranno generate
in maniera automatica. Le varie modalità
di visualizzazione contenute nel Filtro
Ristrutturazione sono disponibili anche
per prospettive, assonometrie e spaccati
assonometrici
5. Impaginazione della tavola nel 

book di layout. 

 

15 minuti    
Variante ArchiCAD 17 

Nella variante basterà solo inserire
i nuovi elementi nelle piante.
La tavola della stampa si aggiorna
automaticamente

5 minuti

 


Creazione di un abaco serramenti
e successiva Variante 

Creazione di un abaco serramenti contenente
circa 20 tipologie di porte e finestre
Variante successiva relativa all’eliminazione 

di una finestra,
la sostituzione di una porta e l’aggiunta di
due finestre di grandi dimensioni 

Analisi fasi Autocad    
1.Apertura del file contenente le piante, i prospetti e
le sezioni del progetto 
2.Creazione di una griglia per contenere l’abaco 
dei serramenti con tutte le indicazioni 
3.Trascrizione di tutte le misure, del numero di 
elementi uguali ed inserimento di un disegno 
esemplificativo 
4.Conteggiare tutti serramenti ed inserire il 
numero nella apposita griglia 
5.Impaginare il tutto nel book di layout e stampare

Circa 1:00 ore
Variante Autocad 
Nella variante si dovranno riprendere tutti
gli elaborati in cui sono presenti le finestre 
ed effettuare le modifiche uno per uno
Oltre 1 ora

Analisi fasi ArchiCAD 17    
1. Apertura del file contenente il
progetto BIM
2. Settare l’abaco per gli elementi 

desiderati (Tipologia, dimensioni,
spessore murature, ecc…) il quale
agisce come un filtro
tra i molteplici serramenti inseriti
3. L’abaco serramenti verrà creato 

automaticamente, visualizzando tutti i dati
a noi necessari.
4. Impaginazione nella tavola di Layout per 

la stampa oppure possibilità di esportare la
tabella in più formati (XLS, XLXS, TXT
tabulato, ecc.) 

Circa 10 minuti
Variante ArchiCAD 17 

Nella variante basterà solo inserire o
variare gli elementi nelle piante.
La tavola della stampa si aggiorna
automaticamente

5 minuti 

 


Rilievo topografico e
progettazione stradale 

Restituzione di un rilievo planoaltimetrico
partendo da un file TXT e successiva
definizione di un progetto stradale preliminare

 

Analisi fasi Autocad    
RILIEVO

1.Inserimento dei vari punti nel disegno 
2.Creazione manuale delle curve di livello 
3.Inserimento manuale delle quote 
altimetriche 
4.Impaginazione della tavola nel book di 
layout 
PROGETTO STRADALE
1.Apertura rilievo plano-altimetrico 
2.Disegno asse stradale 
3.Predisposizione di tutte le sezioni 
necessarie con l’analisi dello sterro e del 
riporto 
4.Computare con il comando Area tutte le 
parti di sterro e riporto 
5.Sommare tutte le aree computare di 
sterro e riporto manualmente 
6.Preparare la sezione longitudinale e 
verificare il delta risultante 
7.Impaginazione della tavola nel book di 
layout
Circa 3:30 ore    

Analisi fasi ArchiCAD 17    
RILIEVO

1.Importazione dei dati con ArchiTerra 
2.Definizione del contorno dell’area 
3.Realizzazione della Mesh del terreno 3D 
4.Inserimento automatico delle curve di 
livello e delle quote altimetriche dei punti 
battuti 
5.Rappresentazione cromatica 
dell’andamento altimetrico 
6.Impaginazione della tavola el book di 
layout
PROGETTO STRADALE 
1.Apertura rilievo plano-altimetrico 
2.Disegno asse stradale o della sua 
superficie 
3.Definizione delle caratteristiche basilari 
della strada e sua realizzazione 
4.Realizzazione delle sezioni longitudinali 
dei due lati della strada dalle quali 
modificare anche il loro andamento 
5.Calcolo automatico dei volumi di sterro, 
riporto ed il delta risultante 
6.Impaginazione della tavola nel book di 
layout
Circa 15 minuti


Progettazione tubazioni
generiche
e successiva variante

Progettazione di un impianto
fognario, con restituzione dei
disegni in pianta ed in sezione.
Successiva variazione del 

percorso, imposta
dall’ente di competenza 

Analisi fasi Autocad    
1. Creazione di un disegno in pianta con il

percorso delle tubazioni
2. Predisposizione degli elaborati grafici 

rappresentanti la sezione di ogni tubazione
ed ogni particolare di curve
e raccord
3. Quotatura di ogni sezione e di ogni 

particolare
4. Impaginazione nella tavola di layout 

Circa 2:00 ore
Variante Autocad 

Nella variante si dovranno riprendere tutti
gli elaborati in cui è intervenuta la modifica
e variare uno per uno

Oltre 1 ora

Analisi fasi ArchiCAD 17    
1.Progettazione della tubazione desiderata 
mediante l’utilizzo di Mep-modeler 
integrato, con scelta della tipologia di 
tubazione e del suo utilizzo (impianto 
idrico piuttosto che impianto aria) e 
tracciamento del percorso voluto 
2.Creazione automatica della lista che 
determina, in base al tracciato, quanti
raccordi effettivamente serviranno,
quante curve, ecc 
3.Posizionamento di linee di
sezione dove necessario 
4.Quotatura dell’elemento 
5.Impaginazione nel book di layout
Circa 15 minuti
Variante ArchiCAD 17 
Nella variante basterà modificare il tracciato 
del tubo e tutte le viste si aggiorneranno
automaticamente
5 minuti

 


Creazione di una tavola esecutiva
e successiva variante 

Creazione di una tavola esecutiva relativa
a tre connessioni tra un solaio e la muratura
portante
Successiva variazione della tipologia

di muratura portante 

 
Analisi fasi Autocad    
1.Apertura del file contenente la sezione
dalla quale estrarre i particolari esecutivi 
2.Copia di ogni porzione da sviluppare 
3.Ridimensionamento del particolare alla 
scala esecutiva desiderata 
4.Disegnare tutti gli strati esecutivi della 
sezione 
5.Inserire uno specifico retino per ogni 
stratificazione con le relative annotazioni 
e quote proporzionate alla scala 
(cambio stile quote) 
5.Ripetere la stessa operazione 
per le altre 2 connessioni 
6.Impaginare il tutto e stampare
Circa 1:30 ore
Variante Autocad 
Nella variante si dovranno riprendere 
tutti gli elaborati in cui è intervenuta la 
modifica e variare uno per uno
Oltre 1 ora
Analisi fasi ArchiCAD 17    

1.Apertura del file contenente il progetto BIM 
2.Aprire la palette di definizione dei vari materiali 
3.Creare il pacchetto strutturale desiderato: 
i retini saranno disponibili e liberamente 
modificabili, così come le priorità di
intersezione e le altre impostazioni fisiche 
di ogni elemento 
4.Adeguamento mediante intersezione dei 
punti previsti: le 3 connessioni si adegueranno 
automaticamente in base alla priorità 
precedentemente assegnate. Sarà possibile
visionare le connessioni anche tramite 
viste tridimensionali e spaccati assonometrici. 
5.Creazione delle viste alla scala desiderata,
con quote ed annotazioni. 
6.Preparazione della tavola di Layout 
per la stampa
Circa 10 minuti
Variante ArchiCAD 17 
Nella variante basterà modificare la 
tipologia di muratura, verificare le 
priorità e tutte le viste si aggiorneranno 
automaticamente
5 minuti

 


Creazione di un computo
metrico 
estimativo e successiva
variante 

Analisi e computo metrico di un edificio di
circa 100 mq disposto su due piani .Successiva variazione con abbattimento 

di un muro, sostituzione di alcune partizioni
interne ed eliminazione di una finestra 

 

 
Analisi fasi Autocad    
1.Apertura del file contenente le piante,
i prospetti e le sezioni del progetto 
2.Misura di tutti gli elementi che si devono computare 
3.Trascrizione di tutte le misure e dei volumi, 
degli elementi progettati, in un foglio Excel o 
in un idoneo programma di computistica 
4.Associare ad ogni elemento che si va a 
computare prezzo 
5.Creare il computo metrico ed il computo 
metrico estimativo 
6.Impaginare il tutto e stampare
Circa 2:00 ore
Variante Autocad 
Nella variante si dovranno misurare 
e computare manualmente le 
modifiche e variarle una per una
Oltre 1 ora
Analisi fasi ArchiCAD 17    
1.Apertura del file contenente il progetto BIM 
2.Aprire il programma Archiquant contenuto 
all’interno del plug-in Archisuite 
3.Importare l’elenco prezzi unitario per il 
progetto che si vuole eseguire. 
4.Associare ad ogni elemento del progetto l
a voce di capitolato corrispondente, 
scegliendo la relativa formula di calcolo: 
per un solaio posso ottenere la definizione 
del prezzo dalla superficie (€/mq) o dal 
volume (€/mc) 
5.La documentazione del computo metrico 
estimativo verrà generata in automatico, 
con le preferenze di impaginazione 
richieste (Font, altezza e larghezza della 
tabella, giustificazione, inserimento loghi ditte…) 
6.Preparazione della tavola di Layout per la stampa 
Circa 30 minuti
Variante ArchiCAD 17 
Nella variante basterà modificare il
modello ed il computo metrico 
si aggiornerà automaticamente
5 minuti

 


Gestione di un progetto in team 
a distanza e successiva variante 

Realizzazione di un progetto
in tre professionisti distanti tra
loro: Capo progetto, Ristrutturatore ed
Addetto alla sistemazione esterna 
Variante successiva della ristrutturazione 

e della sistemazione esterna 

Analisi fasi Autocad    

1.Il capo progetto preparerà la tavola del
rilievo e poi la spedirà agli altri 2 operatori
2.Ognuno dei due operatori lavorerà sul 
progetto secondo il suo compito  
3.Una volta ultimato il tutto, i due operatori 
spediranno nuovamente i progetti al capo
progetto  
4.Il capo progetto metterà assieme i vari 
disegni, creando una tavola generale con 
tutto il necessario. 
5.Se vi fossero delle variazioni da applicare 
dovrebbe effettuarle lui o chiedere all’operatore 
addetto di applicarle 
6.Una volta definito il progetto, impaginare 
il tutto e stampare
Circa 3:00 ore
Variante Autocad 
Nella variante entrambi gli operatori dovranno 
applicare le variazione e rispedire al 
Capo Progetto per definire tutto.
Oltre 1:30 ore

Analisi fasi ArchiCAD 17    
1.Creazione del file in un server o computer
qualsiasi facente funzione con apposita
applicazione (BIM server) condiviso da
tutti gli operatori 
2.Ogni operatore potrà a quel punto lavorare 
in contemporanea per la parte di progetto 
a lui assegnata o utilizzare una apposita 
chat condivisa con gli altri richiedendo di 
poter lavorare su una o più parti 
3.Il progetto presente nel server verrà 
aggiornato automaticamente da ogni 
operatore 
4.Il capo progetto valuterà in tempo 
reale il lavoro effettuato dai due 
operatori e potrà eventualmente 
richiedere delle modifiche 
5.Preparazione della tavola di 
Layout per la stampa
Circa 50 minuti
Variante ArchiCAD 17 
Nella variante basterà che ogni 
operatore apporti le variazioni al 
progetto nel server e queste si 
aggiorneranno automaticamente.
15 minuti

Lavoriamo nel progetto BIM con l’aiuto di Autocad
ArchiCAD vi permetterà comunque di continuare a lavorare anche con il vostro software Autocad, grazie a diverse modalità di interscambio con il classico formato DWG e DXF.
Di seguito verranno indicate le modalità di Aprire file DWG in ArchiCAD, Esportare i disegni creati in ArchiCAD come dei file DWG e soprattutto collaborare nel vostro progetto BIM anche grazie ad Autocad.
Apertura di file Autocad in ArchiCAD
Tutti i file salvati in formato DWG o DXF possono essere aperti in ArchiCAD.
Questi file vengono importati come disegno vettoriale editabile o eventualmente, il progettista avrà anche la possibilità di inserire questi disegni come sottolucido di riferimento. Sarà il progettista a definire con i settaggi la modalità in cui vuole che il disegno venga importato.

Esportazione di file ArchiCAD in Autocad

ArchiCAD può salvare i suoi disegni in formato DWG o DXF in modo che possano essere aperti e modificati in Autocad. I file manterranno la loro divisione per lucidi o potranno essere esportati come un blocco unico.
Si potranno esportare tutti i tipi di viste presenti in ArchiCAD e manterranno tutte le informazioni visualizzate con ArchiCAD (stratigrafie, annotazioni, ecc.) quando verranno aperti in Autocad.

Pubblicazione di elaborati creati con Autocad in ArchiCAD
Tutti i file creati con Autocad in formato DWG o DXF potranno essere inseriti in qualsiasi tavola di pubblicazione ArchiCAD. Questi potranno essere inseriti come immagine, come collegamento esterno o come disegno stesso.
Nel caso in cui vengano inseriti come collegamento esterno, ogni eventuale variazione che verrà effettuata nel file CAD, si aggiornerà automaticamente anche nella nostra tavola di pubblicazione.
 

Variazione di un file BIM ArchiCAD con l’utilizzo di Autocad

ArchiCAD contiene un comando particolare che permette di effettuare delle variazioni al progetto BIM grazie all’interscambio di informazioni con Autocad, senza perderne la struttura parametrica.
Con lo speciale comando Unione Intelligente, si potrà esportare una pianta di un progetto creato con ArchiCAD, per poter lavorare direttamente all’interno di Autocad, come se fosse un normale file DWG.

Una volta finito di apportare modifiche al progetto, il file verrà importato nuovamente in ArchiCAD e tutte le modifiche effettuate da Autocad verranno aggiornate al file come se fossero state fatte in ArchiCAD.

 

 

Leave a Reply